BEAUTY NEWS

Le migliori fonti di proteine da assumere durante la dieta

Sfoglia gallery {{imageCount}} immaginiimmagine ...

Sfoglia gallery {{imageCount}} immaginiimmagine

Lo sapevi? Se nella dieta non assumi proteine a sufficienza anche la linea (e la salute) può risentirne. La ragione è semplice. Contribuiscono a mantenere attivo il metabolismo, il meccanismo che aiuta a produrre energia e a mantenere i muscoli super tonici. «Le proteine, se assunte nella giusta quantità contribuiscono alla perdita di peso perché aiutano ad aumentare il dispendio energetico», spiega la nutrizionista Valentina Schirò, specializzata in Scienza dell’alimentazione. «Favoriscono, poi, la produzione di glucagone, un ormone che svolge diverse azioni, tra cui quella di stimolare la lipolisi ovvero la degradazione dei trigliceridi. Gli acidi grassi ottenuti da questo processo vengono poi utilizzati per la produzione di energia» dice l’esperta.

PERCHÈ ELIMINARLE DALLA DIETA FA MALE ALLA SALUTE Le proteine svolgono funzioni fondamentali per l’organismo: «Contribuiscono alla formazione, al mantenimento e alla riparazione dei tessuti del corpo, alla regolazione di diversi processi metabolici, alla coagulazione del sangue e alla difesa dell’organismo, in generale», sottolinea la nutrizionista.

LE MIGLIORI FONTI DI PROTEINE PER LA DIETA

Uova «Sia l’albume che il tuorlo assicurano proteine di alto valore biologico. Sono costituite da amminoacidi essenziali e sono altamente digeribili», evidenzia l’esperta.

Ricotta «Promossa sia quella di pecora che di mucca: in un etto contengono rispettivamente 9,5 e 8,8 grammi di proteine complete. Visto però l’importante apporto di grassi, in particolare di quella di pecora, l’ideale è limitarsi a consumarne 100-120 grammi una volta a settimana», suggerisce la nutrizionista.

Salmone «Per sfruttare al meglio l’apporto proteico importante di questa varietà di pesce, mangiane 100 grammi 2 volte alla settimana. Contiene tutti gli amminoacidi essenziali in buone quantità utili per l’organismo».

Pollo «Anche il pollo, privato della sua pelle, è una ottima fonte proteica per la dieta. Le sue proteine sono infatti di alto valore biologico. 100 grammi ne contengono circa 23 grammi. Visto il basso contenuto di grassi e zuccheri, puoi mangiarne 100-150 grammi anche 2 volte la settimana».

Lenticchie «Assicurano tante proteine vegetali (22,7gr/100gr) che però sono carenti di alcuni amminoacidi. Per compensare è bene consumarle nello stesso pasto abbinate a cereali, meglio se integrali, o ai loro derivati (ad es. pane, pasta, ecc.). Il consiglio per sfruttare al meglio il loro valore proteico è cucinarle in poca acqua: eviterai così di disperderle durante la cottura».

Carne di maiale «Contiene in un etto circa 19 grammi di proteine nobili di elevato valore biologico. Attenzione però al taglio della carne: se sei a dieta l’ideale è il filetto che è meno grasso».

Tempeh «Derivato della soia, il tempeh assicura un apporto proteico (19gr/100gr) simile a quello della carne. Ma, attenzione: non può sostituirla perché è privo di vitamina B12. Le proteine che contiene sono in ogni caso facilmente digeribili e quindi facilmente assimilabili dall’organismo» precisa la nutrizionista.

Tonno «Cento grammi di tonno fresco apportano circa 21,5 grammi di proteine. Limitane il consumo a una volta a settimana: essendo un pesce di taglia grande può contenere metalli pesanti, nocivi per la salute» conclude la nutrizionista Valentina Schirò.

L'articolo Le migliori fonti di proteine da assumere durante la dieta sembra essere il primo su Glamour.it.


+

X

privacy